BlogPionieriStoria Fotografia

Mathew B. Brady




Mathew B. Brady (Warren County, 18 maggio 1822– 15 gennaio1896) è stato un famoso fotografo statunitense. Brady nacque a Warren County, New York, da Andrew e Julia Brady, una famiglia di immigrati irlandesi. Si trasferì a New York all’età di 17 anni. Nel 1849 aprì anche uno studio a Washington dove conobbe Juliette Handy, che sposò nel 1851. Allo scoppio della Guerra di Secessione americana, nel 1861, dozzine di fotografi si recarono sui campi di battaglia. Ma forse la documentazione del lungo scontro, che vide opposti fino al 1865 gli stati antischiavisti del Nord e quelli schiavisti del Sud degli Stati Uniti, rimarrà legata, più che a ogni altro di quei primi fotoreporter, a Mathew B. Brady vecchio fotografo diventato impreditore.

Autoritratto_Mathew_Brady
Mathew Brady

Egli organizzò una vera agenzia, con 25 corrispondenti che operarono per lui sui campi di battaglia; gli 8000 negativi che ne risultarono costituiscono la più completa e impressionante raccolta di fotografie di quella guerra e dell’epoca. Brady era già un fotografo di successo quando scoppiò la guerra civile. Aveva appreso il procedimento del dagherrotipo da coloro che in America ne furono i pionieri, Morse e Draper, e in seguito si era impadronito anche della tecnica del collodio umido. Aveva già aperto uno studio a New York nel 1844 e, passato dalle carte da visita ai ritratti, aveva poi avuto l’idea di fotografare tutti gli americani illustri di quel tempo, diventando a sua volta così famoso da dover aprire un secondo studio a New York e altri a Washington e in varie città.

Abraham-Lincoln

Fotografò Abramo Lincoln durante tutta la sua carriera presidenziale, ritraendolo la prima volta poco innanzi al suo insediamento alla Casa Bianca e l’ultima sul suo letto di morte, subito dopo l’attentato. Quando scoppiò la guerra civile Brady aveva ormai alle spalle 17 anni di esperienza professionale. Egli intuì subito quale importanza poteva avere la macchina fotografica come “occhio della storia” e così decise di documentare in modo completo la guerra.

Morti_sul_campo_di_battaglia_di_Gettysburg,_luglio_1863.

Soldato_confederato_morto_1864

Corpi_di_soldati_morti_1863_Gettysburg_Pennsylvania _1863_Mathew_Brady

Non ottenne un finanziamento ufficiale, perché il governo aveva giudicato l’impresa troppa onerosa, perciò fu costretto a impegnare tutti i suoi averi: 100.000 dollari, appena sufficienti per la realizzazione del progetto.

22d_Milizia_dello_Stato_di_New_York_presso_Harpers_Ferry_1861

Soldato_di_guardia_all'arsenale_di_Washington_1862

Nashville_Tenn._la_linea_esterna_del-fronte_federale_1864

Il suo esercito di fotografi percorse tutti i campi di battaglia utilizzando per gli spostamenti un grande carro, chiamato dai soldati “il carrozzone misterioso”, attrezzato anche a camera oscura. Tra il 1861 e il 1865 essi documentarono tutti i possibili aspetti della guerra: le vedute dei campi di battaglia, le esecuzioni, le riunioni dei generali, gli accappamenti.

Sotto_il_fuoco_con_una_batteria_prima_di_Pietroburgo_in_Virginia_il_21_giugno_1864_Mathew_Brady

 

 

 

Il_generale_Ulysses_Grant
Il generale Ulysses Grant
Custer_con_i_gradi_di_generale_maggiore_Brevet_nel_1865
Il generale Custer

 

Custer_(seduto al centro)_e_Coltello_Insanguinato_(in ginocchio a sinistra)
Il generale Custer (seduto al centro) e Coltello Insanguinato (in ginocchio a sinistra)

 

Abraham_Lincoln_e_i_suoi_generali_Antietiam_1862
Abraham Lincoln e i suoi generali Antietiam,1862

Non sempre é possibile sapere quali fotografie della raccolta siano veramente di Brady e quali, invece, siano degli altri fotografi; egli, infatti, volle che su ciascuna di esse fosse scritto il suo nome. Probabilmente sono assai poche: per questa ragione gli viene riconosciuta, oggi, grande abilità organizzativa e ottimo intuito, più che talento artistico.

Gruppo_di_soldati_1860

Ponte_della_cannoniera_Hunchback_su_James_River

Generale_George_McClellan

Generale_Samuel_P_Heintzelman_e_lo_staff_nella_casa_di_Arlington_Virginia _1864

Ma la genialità fino allora manifestata negli affari non fu altrettanta in quella occasione. A torto egli aveva creduto che il governo sarebbe stato disposto a comprargli a peso d’oro tutte le fotografie, per cui, dopo inutile attesa, fu costretto a vendere il suo studio a New York e le sue proprietà per pagare i creditori. Nel 1874 mise all’asta anche i negativi, per far fronte alle spese necessarie per la loro stessa conservazione. Li comprò il Dipartimento di Guerra a bassissimo prezzo.

Mathew-Brady
Mathew Brady

Brady trascorse gli ultimi giorni della sua vita cieco e amareggiato e morì nel 1896, nel letto di un’umile corsia di un ospedale di New York. Il suo contributo alla fotografia fu riconosciuto soltanto quarant’anni più tardi, quando i suoi negativi furono riscoperti e consegnati agli Archivi nazionali di Washington. Fu poi sepolto nel cimitero di Arlington.

youtubeinstagramflickr
Facebooktwitterredditpinterestlinkedintumblr

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.