Categories
Blog Tecnica

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass




Premessa

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass

Come fotografare i concerti? Quali fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, utilizzare? Come procurarsi il pass?
Il primo passo è quello di fare le considerazioni giuste, perchè non sempre tutto è semplice come può sembrare.
La cosa migliore è iniziare partendo dal basso, cercando d’imparare il più possibile per ottenere delle immagini in un luogo così emozionante e pieno di adrenalina, come può essere un concerto di musica.
Gli argomenti che tratteremo in questo articolo, sono: richiesta di permessi “Pass”, equipaggiamento idoneo, impostazioni della fotocamera, tecnica di ripresa, post-produzione.

Richiesta permessi e Pass

Bisogna fare la distinzione tra un evento minore e un concerto di forte richiamo, la differenza dipende dalla celebrità dell’artista o band che salirà sul palcoscenico. Un evento minore solitamente vede artisti emergenti o conosciuti a livello locale, che si esibiscono in piccoli teatri o più delle volte in feste popolari. Quindi in questo caso, il fotografo è libero di scattare foto anche da postazioni diversee da varie angolazioni. Il più delle volte gli artisti emergenti che si esibiscono, sono molto disponibili a farsi fotografare durante le loro performance, e questo favorisce a sviluppare l’esperienza del fotografo. Se invece si vogliono fare fotografie durante eventi o concerti di forte richiamo tenuti all’interno di un’arena o stadio, dove ad esibirsi sono artisti famosi o meglio ancora rockstars di livello mondiale, tutto diventa un pò complicato. Infatti durante i concerti di personaggi celebri è vietato scattare foto con fotocamere DSLR, ad eccezione dei fotografi professionisti in possesso del pass. Per ottenere il pass e quindi essere accreditati come fotografo di un determinato evento, ci sono tre possibilità.
La prima è compilare il modulo presente nel sito dell’organizzazione dell’evento.
La seconda è inviare con 40/50 giorni d’anticipo, un email all’organizzatore o organizzazione dell’evento. Specificando e indicando le vostre generalità, il genere di servizio fotografico, le vostre credenziali, la motivazione e utilizzo delle foto. Solitamente si ricevono messaggi di risposta cordiali, con richiesta di riconttatarli telefonicamente per accordi e ritiro pass.
La terza è quella più diretta, telefonare direttamente negli uffici dell’organizzazione, per chiedere informazioni in merito. Ovviamente non avranno questo problema, i fotografi che già collaborano con agenzie fotografiche, riviste e giornali, in quanto saranno loro a fare tutte le richieste del caso.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass

Il comportamento da mantenere sotto il palco o nella zona fotografi.

Una volta ottenuto il pass dall’organizzazione, è bene arrivare sul luogo del concerto con largo anticipo per evitare il crearsi di disguidi o piccoli problemi di vario genere. Da notare che quando si tratta di un concerto importante, tipo rockstars di fama mondiale, sotto il palco possono essere presenti anche 50 fotografi. Seguire sempre le indicazioni dello staff senza fare discussioni o protestare, anche perchè gli addetti alla security non sono certo noti per essere amanti del dialogo. Mantenere un rapporto di cordialità ed educazione con gli altri colleghi, quindi cercate sempre di non essere invadenti e di non disturbare il lavoro altrui. Al 99% è vietato utilizzare il flash, comunque vi sarà sempre comunicato dagli incaricati. Altro piccolo consiglio è quello di portare con voi un impermeabile in caso di pioggia improvvisa, e tappi per le orecchie nel caso vi dovesse capitare di avere vicino una cassa acustica. Ultima è importante particolare è quello della regola dei “tre pezzi e poi stop”. Praticamente dopo l’esecuzione di tre brani, i fotografi vengono invitati a riporre le fotocamere, e in alcuni casi ad abbandonare la zona fotografi, e seguire il concerto fino alla come pubblico senza fotografare. Quindi il tempo per fare foto si riduce al massimo in 15 minuti. In questo lasso di tempo bisogna approfittarne per scattare il più possibile, anche da diverse angolazioni.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass

Quale fotocamera utilizzare.
Probabilmente siete stati ad un concerto o festival e avete visto i fotografi con attrezzature varie al seguito, tipo due corpi di fotocamera ed una serie di enormi obiettivi. Sicuramente per un professionista è l’ideale avere con sè molta attrezzatura, ma i principianti o dilettanti non hanno bisogno di tutto questo materiale per iniziare.
Non importa quale marca si sceglie, ma sicuramente dovete acquistare una fotocamera DSLR. Canon e Nikon sono due delle più grandi marche più diffuse tra i fotografi di concerti. Inoltre è risaputo che hanno a disposizione una ampia gamma di obiettivi da utilizzare in qualsiasi circostanza.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass
Canon

Fotocamera con sensore in Formato Ridotto o Full Frame ?
Durante la ricerca per l’acquisto della fotocamera DSLR e relative opzioni, dovete valutare se scegliere e investire in un sensore di formato ridotto o full frame.
Per riassumere rapidamente, le fotocamere con sensore a formato ridotto sono tipicamente più piccole e molto più economiche di quelle full frame. Lo svantaggio principale per le fotocamere con il sensore a formato ridotto sono le dimensioni più piccole del sensore, che influenzano le opzioni ISO disponibili, dando come risultato foto leggermente rumorose o granulose rispetto alle telecamere full frame.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass

Le fotocamere consigliate per i concerti:

Con sensore Full Frame (24 mm×36 mm)
Canon EOS 6D
Canon 5D Mark IV
Nikon D810
Nikon D750
Nikon D610

Con sensore a Formato Ridotto
Canon 7D Mark II
Canon 77D
Canon 80D
Canon EOS Rebel T6i
Nikon D500
Nikon D7500
Nikon D5600
Nikon D3400

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass
Nikon

È vero che le attrezzature per la fotografia di concerti non sono a buon mercato. Ma esistono diverse possibilità per ottenere un equipaggiamento a prezzi accessibili. Potete acquistare corpi della fotocamera usati o ricondizionati, la stessa cosa vale per le lenti. Se acquistate da negozi o mercanti accreditati, riuscirete a risparmiare parecchi soldi. Inoltre è da considerare anche, che nella migliore delle ipotesi bisogna utilizzare due corpi macchina con relativi obiettivi già pronti all’uso.
Infine, potete cercare di acquistare modelli più vecchi o versioni precedenti di fotocamera e obiettivi. Ad esempio, potreste optare per il corpo fotocamera Canon 5D Mark IV, oppure potete risparmiare oltre € 1.000 investendo nei vecchi ma ancora molto funzionali e validi Canon 5D Mark III. Lo stesso vale per molti altri corpi e lenti, messi in vendita sul mercato dell’usato. Tutto dipende dal vostro budget e dalle caratteristiche dell’utilizzo. font-size: 16px;”>Se dovete specializzarvi nella fotografia di concerti, avete bisogno d’investire in una attrezzatura costosa. Ma per iniziare è meglio, col tempo, aggiornare il vostro equipaggiamento con attrezzatura usata, ma sopratutto aggiornare le vostre abilità e il vostro budget.

Quali obiettivi utilizzare

Quali sono i migliori obiettivi da utilizzare per la fotografia di concerti?
Dopo aver investito in una DSLR, assicuratevi di disporre di un budget per l’acquisto del corredo degli obiettivi, che possono essere costosi come il corpo della fotocamera. In linea di massima, non si dovrebbe usare l’obiettivo in dotazione (50mm), fornito con la fotocamera DSLR.
La maggior parte degli obiettivi in dotazione sono ottimi per le riprese con condizioni di illuminazione buona, ma non rendono bene nelle condizioni di luce bassa o scarsa presente come nei concerti. Quello che serve è una lente veloce con un’ampia apertura (o f-stop) tra f/1,2 – f/2,8. Questo vi aiuterà a catturare i soggetti in movimento nelle situzioni di scarsa illuminazione.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass

I prezzi e gli esatti modelli degli obiettivi variano a seconda della marca della fotocamera che avete scelto.

50mm f/1.4 (o il più economico 50mm f/1.8) – per Nikon prova il 50mm f/1.8G
85mm f/1.8 – per Nikon prova l’85mm f/1.8G
35mm f/1.4 – per Nikon prova il 35mm f/1.4
Metti questi obiettivi sulla tua lista della spesa.
Praticamente ogni fotografo professionista di concerti avrà due obiettivi a portata di mano: un obiettivo di zoom 24/70mm f/2.8 e un teleobiettivo da 70-200mm f/2.8. Nessuno di questi obiettivi è economico e dovrebbe essere sicuramente considerato come un investimento a lungo termine. Ma se potete permettervi di acquistare uno o entrambi gli obiettivi, non esitate a aggiungere queste lenti al vostro equipaggiamento fotografico.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass

Se la vostra disponibilità economica non è alta, potete anche prendere in considerazione l’acquisto di obiettivi di marche diverse da quella della fotocamera.
Certamente l’ideale è acquistare lenti della stessa marca del produttore di fotocamere DSLR. Comunque ci sono molte aziende che producono solo obiettivi, anche più economici e talvolta anche migliori. Una grande scelta di lenti è offerta da aziende come Sigma, Tamron e Tokina, per citarne alcune. Anche se la scelta delle opzioni specifiche degli obiettivi, dipendono dal corpo della fotocamera DSLR che avete scelto. Qui sono alcune opzioni possibili per le fotocamere Canon e Nikon:

Tokina 11-16mm f/2.8 (per il sensore Canon EF-S/crop o Nikon DX)
Sigma 17-50mm f/2.8 (per il sensore Canon EF-S/Nikon DX)
Sigma 24-70mm f/2.8

Da tenere presente che nei concerti delle rockstars celebri il palcoscenico è molto grande. Basta pensare a quello calpestato da Vasco Rossi nel Modena Park 2017, lungo 150 metri. Quindi il più delle volte la zona fotografi è distante parecchi metri dal cantante, anche 20/100 metri. In relazione a ciò bisogna prendere in considerazione l’acquisto e l’utilizzo di obiettivi fissi da 300/400 con idoneo monopiede.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass

Quali impostazioni deve avere la fotocamere

Sicuramente le impostazioni corrette della fotocamera sono fondamentali per ottenere delle belle immagini.
Ma parlare delle migliori impostazioni non è un compito facile. La luce in questo contesto è oltremodo variabile passando da toni freddi a caldi, da intensità violente fino ad arrivare a quelle più basse, le persone si muovono e, contrariamente alla fotografia in studio, non siete voi a decidere dove, come e quanta luce utilizzare. In questo articolo saranno descritti indicativamente i punti più importanti, con lo scopo di ottenere un punto di partenza ottimale.
Per avere successo nella fotografia di una performance dal vivo, dovete essere in grado di far funzionare la vostra fotocamera letteralmente con disinvoltura.

Prima di lasciare la vostra casa è consigliabile ripristinare la fotocamera, e inserire le impostazioni che più si addicono al concerto, priorità d’apertura o d’otturazione, ISO, o in modalità manuale er chi preferisce. Avere la fotocamera già pronta allo scatto, è un bel punto di partenza. Arrivare nel luogo del concerto molto prima dell’inizio, vi consentirà di testare la fotocamera effettuando qualche scatto al palcoscenico vuoto. Considerando che di norma si hanno soltanto 10/15 minuti per scattare l’inizio del concerto, è meglio portarsi avanti con tutte le impostazioni tecniche. Controllare anzi tempo tutte le impostazioni, memory card e altri accessori è fondamentale.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass

Preferire la priorità d’apertura del diaframma rispetto alla modalità di esposizione manuale?

Scegliere la priorità d’apertura potrebbe essere un inizio vantaggioso per un principiante, perché avrà modo di dedicarsi con tranquillità alle riprese di tutte le azioni che avverranno sul palcoscenico. Quindi potete impostare la modalità in priorità d’ apertura del diaframma che si desidera utilizzare, e la fotocamera imposterà di conseguenza la velocità dell’otturatore. Anche se in relazione alle fonti di luce presenti sul palcoscenico, che possono variare in breve tempo da violente a soft e di diversi colori, la fotocamera potrebbe avere difficoltà a valutare la corretta esposizione.

Tuttavia, bisogna riconoscere che la modalità manuale dà più flessibilità alla produzione dell’immagine, in relazione anche alle fonti di luce variabili. Inoltre permette di fare fotografie in modo consapevole e con piena sicurezza del risultato finale. Quindi per chi vuole basta impostare la fotocamera in modalità manuale, e scegliere l’apertura del diaframma, la velocità dell’otturatore, l’ISO e poi modificarle all’occorrenza, utilizzando la barra di esposizione interna nel mirino. Importante è controllare costantemente il display LCD e dare un’occhiata all’istogramma per vedere se l’esposizione è corretta. Leggi ulteriori dettagli nell’articolo su come fotografare in modalità manuale.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass

Utilizzare il numero di apertura più basso

I migliori obiettivi da utilizzare per la fotografia di concerti, sono quelli veloci. Impostare l’apertura al numero più piccolo della lente, ad esempio f/1.8 (apertura grande). Ciò consente al sensore di ricevere più luce, specialmente quando le luci sono molto basse. Un esempio di obiettivi veloci per principianti possono essere, ad esempio: uno zoom con un’apertura di f/2.8, o una lente 50mm f/1.4 – f/1.8.

Ma la maggior parte dei fotografi utilizza lenti f/2.8 di 24-70mm o 70-200mm f/2.8 . Questi sono due delle più popolari lenti per concerti grazie al loro basso f-stop e alla vasta copertura focale che danno. Tuttavia, obiettivi veloci come questi due possono essere molto costosi. Se hai raggiunto un budget, considera l’acquisto di una lente principale accessibile come l’85mm f/1.8 . Vero viene sacrificata la capacità di zoommare, ma si guadagnano un stop o due di luce, e anche denaro.

Il numero inferiore di f-stop significa una profondità di campo minore, il che significa che le immagini potrebbero non essere più nitide come quando si utilizza un f-stop più alto. Quindi, se vi capita di scattare in condizioni ultra luminose, considerate di aumentare sensibilmente gli f-stop.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass

Impostazione veloce dell’otturatore

Se vi capita di riprendere un concerto dove l’artista iperattivo inizia a correre, saltando da una parte all’altra del palco, per congelare questi movimenti è necessario utilizzare una velocità di otturazione rapida. In generale, viene impostata la velocità 1/200sec-1/250 o in casi estremi anche 1/320, ma questo è un lusso spesso riservato a spettacoli ben illuminati o concerti all’aperto. In condizioni di scarsa illuminazione, la velocità dell’otturatore si abbassa di molto inferiore a 1/250. Di solito si scende fino a 1/60, riuscendo ancora a scattare qualche foto decente, ma è consigliabile non andare al di sotto di 1/100. Tuttavia, dovreste sempre controllare l’impostazione dell’otturatore durante le riprese, per capire se influenza l’immagine.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass

Valori ISO elevati

ISO o velocità del film si riferiscono alla sensibilità di una pellicola analogica, comunque è valido per indicare anche la sensibilità del sensore digitale. Per iniziare a capire il funzionamento ISO, per esempio: nel caso di scarsa illuminazione bisogna aumentare il valore ISO in modo da ottenere una corretta esposizione, anche se si rischia di ottenere immagini con più rumore. Ovviamente dipende dalla sensibilità del sensore della vostra fotocamera. Un buon punto di partenza è impostare 1600 ISO, se la velocità dell’otturatore è troppo bassa, aumentare l’impostazione ISO a 3200 o 6400.

Le limitazioni ISO esatte variano in base alla fotocamera. Sperimentare la tua fotocamera fino a trovare l’ISO più alto che più vi piace usare (basato sul livello di rumore, ecc.).

Come compromesso, un ISO superiore significa che avrai più rumore o grana nelle tue immagini. Tuttavia, molte fotocamere digitali oggi producono immagini di ottima qualità anche ad alte ISO. Inoltre, è disponibile un software che aiuta a ridurre il rumore nella post-produzione. Lo sfondo con molto rumore o granulosità digitale in un’immagine è da preferire a quello sfocato a causa di una velocità di otturazione lenta. Non esitare ad aumentare l’ISO.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass
Zucchero Fornaciari

Misurazione spot

Durante la ripresa di concerti vi troverete spesso in una situazione in cui l’artista è illuminato da un riflettore e il resto del palco è quasi scuro.

Utilizzare la misurazione spot per una leggera lettura limitata al centro del mirino, “AE-L/AF-L” (vi permette di scegliere la zona in cui misurare l’esposizione). Quando utilizzate la misurazione spot, posizionate il viso dell’artista al centro del mirino e otterrete la giusta esposizione. Se viene utilizzata l’impostazione Matrix , la fotocamera eseguirà una lettura dell’esposizione in diversi punti della scena, anche se utilizzando questa impostazione è probabile ottenere immagini con volti sovraesposti e sfondo scuro.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass

Utilizzare il Punto di Autofocus Medio

Utilizzare il punto di messa a fuoco centrale in situazioni di scarsa illuminazione, è meglio. Se non volete sempre avere l’artista inquadrato nel centro dell’immagine, cambiate angolazione di ripresa. Premete a metà corsa il pulsante dell’otturatore per bloccare la messa a fuoco del volto dell’artista, spostate il mirino fino a ottenere l’inquadratura desiderata e premere completamente il pulsante dell’otturatore.

Per utilizzare questa tecnica, è necessario impostare la fotocamera in modalità Autofocus singolo (AF-S per Nikon, One Shot per Canon), altrimenti la fotocamera mette a fuoco continuamente durante ogni inquadratura. È inoltre possibile impostare il pulsante AF-ON per mettere a fuoco qualsiasi inquadratura e scattare più foto a raffica senza dover rimpostare il fuoco.

Usare il bilanciamento del bianco automatico

Utilizzare l’impostazione automatica del bilanciamento del bianco auto sulla fotocamera, anche se scattate in formato RAW potete sempre regolarlo in post-produzione comunque.

Fotografare i concerti - madonna -fotocamere - obiettivi
Madonna

Modalità Multiple Shot (Burst)

Impostare la fotocamera in modalità multi-shot (può essere chiamata modalità di scatto ad alta velocità). Permette di sparare rapidamente tre o quattro foto in sequenza, sempre in relazione alla fotocamera che usate.

Non utilizzare mai Flash

In primo luogo, non è consentito utilizzare il flash nei concerti. Provate ad immaginare i lampi dei flash di 30 forografi che scattano contemporaneamente. Questo sarebbe molto fastidioso per l’artista. In secondo luogo, le immagini scattate con il flash non sono belle.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass
Elton John

Scattare utilizzando il formato RAW

Se si scatta in modalità JPEG, il computer della fotocamera interna aggiunge il contrasto, la saturazione e la nitidezza alle foto, non lasciando molta libertà nella post-produzione. Se si riprende in formato RAW, la fotocamera non elabora le foto, lasciando il vantaggio di modificare i parametri come l’esposizione, il bilanciamento del bianco, la saturazione, il contrasto, la nitidezza e così via.

Certamente i file sono più grandi, ma con il prezzo delle schede di memoria a buon mercato, questo non ha molta importanza. Utilizzare una 8GB Sandisk, dà spazio per circa 300 immagini, questo è più che sufficiente per le tre canzoni d’inizio.

La straordinaria flessibilità dei file RAW danno molta soddisfazione in post produzione. Non necessita preoccuparsi del bilanciamento del bianco durante gli scatti, lasciando tempo libero da dedicare alle riprese. Se la fotocamera è impostata su JPG comprimerà i files, influenzando la riproduzione del colore.

Soprattutto quando si è principianti della fotografia di concerti, si può provare un certa emozione a stare nella zona fotografi da soli con la fotocamera, magari in una arena stracolma di persone che urlano. Le luci della sala si spengono, la rockstar fa il suo ingresso sul palco e si ha solo il tempo di tre canzoni (in media 10 minuti) per ottenere gli scatti iniziali, quelli più emozionanti. In seguito, col passare del tempo, dopo aver partecipato come fotografo a diversi concerti, vi sentirete molto di più a vostro agio anche in uno stadio pieno di gente, e imparerete a conoscere le impostazioni della fotocamera a memoria.

fotografare i concerti rolling stone -jagger- Keith Richards
Rolling Stone

Spesso uno dei fattori sottovalutati è il fatto che una performance di musica è composta da vari individui. Si ha la tendenza di scattare foto solo al cantante leader (la persona chiave), ma lui non è tutta la band. C’è anche un chitarrista, un batterista, un bassista e altri musicisti, a cui vale la pena di dedicare la nostra attenzione durante le riprese. Quindi, è più difficile fotografare gli altri membri della band, anche perchè sulla scena, occupano spazi e distanze diverse. Ricordatevi che tutti i musicisti sono da fotografare.

Anche se possono esserci delle eccezioni, come nel caso di un personaggio celebre a livello mondiale. In questo caso, come fanno le tv, riviste e mass media, anche in fotografia bisogna dedicargli più attenzione. Fotografare rockstar conosciute in tutto il mondo, rende bene sotto vari punti di vista, sia di prestigio che economicamente.

Per i fotografi i leader delle band sono i membri più facili da fotografare. Sono sempre sul davanti del palco e ottengono la migliore illuminazione. Concentravi sul cantante prima e una volta che avete ottenuto degli scatti impressionanti, seguite a riprendere gli altri membri della band. Cercate sempre di riprendere i musicisti con i loro rispettivi strumenti. Anche se il cantante è il leader del gruppo, cercate di fotografare anche gli altri membri della band.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass
AC/DC

Il chitarrista e il bassista

Successivamente concentratevi sul chitarrista e il bassista. Generalmente, sono entrambi in piedi nei due lati del palco, dietro al cantante o allo stesso livello. Alcune volte può capitare che qualche musicista si trovi in una zona totalmente buia, quindi non ci sarà la possibilità di fotografarli con risultati decenti. Neanche con una fotocamera a sensore full frame, o con obiettivo f/1,4, e ISO 6400. Questi sono i momenti difficili per un fotografo di concerti. Al contrario, i chitarristi e i bassisti forniscono ottime pose per le riprese, ad esempio quando eseguono assoli o saltano in giro per il palco. Cercate di non tagliare i manici delle chitarre, o le tastiere, è meglio inquadrare tutto lo strumento e la relativa azione del musicista.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass
Brian May

Il batterista

Il batterista è il “cuore” della band e il generatore degli impulsi ritmici. Una rock band senza un batterista non si può immaginare, ma i fotografi tendono a ignorarli nelle loro immagini. Il batterista è anche colui che ti regala scatti impressionanti se li prendi al momento giusto. Tuttavia, questi ragazzi sono quasi sempre nella parte posteriore del palco e quindi avete bisogno di un teleobiettivo come il 70-200mm per catturare la loro presenza. In manifestazioni di livello più alto (come i festival) può accadere che il batterista sia lontano, e non sempre possibile fotografarlo con il kit di obiettivi di base. Bisogna avere per forza un teleobiettivo fisso 300 o 400.

Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass

Tentare anche di ottenere immagini della band al completo. La scommessa migliore è di usare un obiettivo ultra grandangolare da 14 mm. Questo vi permetterà di ottenere anche una parte di pubblico in una sola immagine. Cercate anche di riprendere anche i dettagli, tipo: scarpe, tatuaggi, abiti fantasiosi, cappelli, occhiali, bandane. Alcune band indossano abbigliamento molto eccentrico. Se vi è consentito riprendere lo spettacolo completo (bisogna prima chiedere al manager della band), provate a scattare d’altri punti di vista, ad esempio sul palco o dai lati.
Il pubblico
Inoltre, potete anche scattare foto del pubblico. Se vi trovate nella fossa dei fotografi, basta che vi girate per riprendere i fans in estasi e urlanti in prima fila, attaccati alle transenne. Forse l’unico problema potrebbero essere l’illuminazione scarsa, ma non sempre. Anche in questo l’utilizzo di un grandagolare riesce a raccontare meglio l’ambiente.

La post produzione

Se le foto scattate sono riuscite bene, secondo il vostro intento, l’elaborazione in post produzione sarà minima o quasi nulla. Ma generalmente le foto dei concerti, a parte alcune rettifiche tipo: luci, contrasti, ombre, colore e rumore, stuzzicano la fantasia dell’operatore della post produzione. Infatti le varianti sono molteplici: viraggi con vari filtri, b/n per rendere il rumore più affascinante, e tantissime altre soluzioni. Una buona regola estetica da rispettare è quella d’utilizzare delle elaborazioni che rispecchino lo stile musicale del cantante o della band. In parole povere, l’elaborazione praticata sulle foto di un tranquillo cantante melodico, saranno diverse da quella di una band di hard rock.

Ecco un riassunto delle impostazioni da utilizzare per Fotografare i concerti – fotocamere, obiettivi, impostazioni, riprese, pass:

  1. Usare la modalità di esposizione manuale
  2. Utilizzare il numero di apertura più basso (Per approfodimenti vedi Fotografia: Il diaframma)
  3. Utilizzare velocità ottimali dell’otturatore
  4. Utilizzare valori ISO elevati (Per approfodimenti vedi Fotografia: Gli ISO)
  5. Utilizzare la misurazione spot
  6. Utilizza il punto centrale di autofocus
  7. Utilizzare l’impostazione del bilanciamento del bianco automatico
  8. Utilizza la modalità di AF-ON
  9. Non usare mai il flash
  10. Sparare in formato RAW

Con queste informazioni sarete in grado di ottenere ottimi risultati per Fotografare i concerti. (Per approdimenti riguardo Tecniche di Ripresa vedi QUI)


Facebooktwitterredditpinterestlinkedintumblr
youtubeinstagramflickr

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.