Tokyo-Silene Oliveira-La casa de papel

94.00

Creative Commons License
The Daily Duty collection by Cristina Guggeri is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.
Based on a work at https://www.areashoot.net/
Permissions beyond the scope of this license may be available at https://www.areashoot.net/contatti/.

Description

Tokyo, nome in codice di Silene Oliveira, è un personaggio immaginario della serie televisiva La casa di carta, prodotta da Netflix e creata da Álex Pina. Silene Oliveira è una ladra in fuga dalla polizia dopo una rapina fallita in cui il suo ragazzo è rimasto ucciso. È stata reclutata dal Professore per realizzare una rapina alla zecca di stato spagnola a Madrid. Insieme agli altri sette rapinatori, viene portata in una villa isolata dove per cinque mesi pianificano la rapina. Il Professore chiede a ciascuno dei ladri di scegliere un nome di città da usare come nome in codice durante la rapina e Silene sceglie Tokyo. I produttori hanno ritenuto Tokyo tra i personaggi de La casa di carta più difficili da sviluppare, in quanto in origine cercavano un’attrice più anziana per interpretare il personaggio, che non aveva nulla da perdere prima di incontrare il Professore. Úrsula Corberó ha in seguito ottenuto il ruolo grazie principalmente alla sua «energia giocosa» e alla sua voce, fortemente presa in considerazione durante il casting in quanto è la voce narrante che apre il primo episodio della serie. Corberó ha descritto Tokyo all’inizio della serie come «una ragazza con davvero poca autostima, è stata molto sola, ha avuto un brutto periodo e non ha avuto una figura paterna a casa»; tutto ciò risulta in una vulnerabilità che «il personaggio non sa come esprimere». L’attore Álvaro Morte, interprete del Professore, ha considerato Tokyo come uno dei membri della banda preferiti dal suo personaggio, dal momento che «entrambi i personaggi si confidano e si confrontano come migliori amici nonostante siano di sesso opposto».

youtubeinstagramflickr
Facebooktwitterredditpinterestlinkedintumblr

You may also like…